l’accertamento sintomantico dello stato di ebbrezza riconduce alla fattispecie minore

per la configurazione del reato di guida in stato di ebbrezza, pur potendo accertarsi lo stato di alterazione con qualsiasi mezzo, e quindi anche su base sintomatica, è tuttavia necessario ravvisare l’ipotesi più lieve, priva di rilievo penale, quando, pur risultando accertato il superamento della soglia minima, non sia possibile affermare, oltre ogni ragionevole dubbio, che la condotta dell’agente rientri nell’ambito di una delle altre due ipotesi che conservano rilievo penale

Cassazione penale , sez. IV, sentenza 23.04.2013 n° 18375

Call Now ButtonChiama Ora!