Avvocato Penalista Esperto in Ricorsi per Cassazione | Danilo Iacobacci

Hai bisogno di un avvocato penalista esperto in ricorsi per cassazione?

Stai affrontando un procedimento penale complesso e vorresti tutelare i tuoi diritti al meglio? Necessiti di un avvocato esperto e specializzato in ricorsi per cassazione che possa garantirti la massima professionalità e competenza? Allora sei nel posto giusto!

Con la mia pluriennale esperienza in materia penale, offro assistenza legale completa per la redazione e la presentazione di ricorsi per cassazione, garantendoti la massima dedizione e il massimo impegno per il raggiungimento del miglior risultato possibile.

Perché scegliere me?

  • Vasta esperienza:

Ho una comprovata esperienza nella gestione di ricorsi per cassazione in materia penale, con un alto tasso di successi ottenuti.

  • Competenza specifica:

Sono aggiornato costantemente sulle ultime novità giurisprudenziali in materia di cassazione, per garantirti un ricorso sempre in linea con gli orientamenti della Suprema Corte.

  • Massima professionalità:

Assicuro un servizio legale impeccabile, basato sulla trasparenza, la serietà e la dedizione al cliente.

  • Approccio personalizzato:

Analizzo con attenzione ogni singolo caso, elaborando una strategia difensiva personalizzata e mirata al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Se stai cercando un avvocato penalista esperto e affidabile per il tuo ricorso per cassazione, non esitare a contattarmi.

Sono a tua disposizione per una prima consulenza gratuita, in cui potremo discutere il tuo caso e valutare insieme la migliore strategia da adottare.

Contattami subito!

 

Principali caratteristiche dell’Avv. Danilo Iacobacci quale penalista esperto in ricorsi per cassazione.

L’avvocato Iacobacci possiede diverse caratteristiche peculiari che lo distinguono da un semplice avvocato penalista.

Conoscenza approfondita del diritto penale e del diritto processuale penale:
  • Padronanza delle norme giuridiche che regolano il ricorso per cassazione, sia in materia sostanziale che processuale.
  • Capacità di individuare i vizi di forma e di sostanza che possono affettare la sentenza impugnata.
  • Abilità nel redigere un ricorso fornite di tutti i requisiti formali e sostanziali necessari per il suo proficuo esame da parte della Corte di Cassazione.
Esperienza specifica in materia di ricorsi per cassazione:
  • Ampia conoscenza della giurisprudenza di legittimità in materia di ricorsi per cassazione, con particolare attenzione ai recenti orientamenti della Corte.
  • Capacità di valutare le probabilità di successo di un ricorso in cassazione, sulla base delle specifiche circostanze del caso concreto.
  • Abilità nel reperire e utilizzare i precedenti giurisprudenziali più pertinenti al caso da trattare.
Doti di abilità processuale e argomentativa:
  • Eccellenti capacità di analisi e di sintesi, per individuare i profili di censura più rilevanti e formularli in modo chiaro e conciso.
  • Abilità nel redigere un ricorso persuasivo e argomentato, che evidenzi in modo efficace i vizi della sentenza impugnata e le ragioni per cui la stessa deve essere cassata.
  • Capacità di sostenere oralmente il ricorso davanti alla Corte di Cassazione, con padronanza dell’esposizione e degli argomenti giuridici.

Oltre alle competenze giuridiche e processuali, l’avv. Danilo Iacobacci, quale penalista esperto in ricorsi per cassazione, possiede anche le seguenti doti:

  • Attenzione ai dettagli: La redazione di un ricorso per cassazione richiede una grande cura dei dettagli, sia nella forma che nella sostanza. Un errore, anche minimo, può compromettere l’esito del ricorso.
  • Capacità di lavoro autonomo: La preparazione di un ricorso per cassazione richiede un notevole impegno di tempo e di lavoro. Un penalista cassazionista deve essere in grado di lavorare in modo autonomo e di gestire autonomamente le proprie pratiche.
  • Capacità di relazionarsi con i clienti: Un penalista cassazionista deve saper comunicare in modo efficace con i propri clienti, per comprendere le loro esigenze e per informarli dell’andamento del ricorso.

In accogliento della richiesta formalizzata dall’avvocato Iacobacci per una propria assistita, la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l’inammissibilità del ricorso per cassazione per sopravvenuta carenza di interesse derivante da causa non imputabile al ricorrente comporta che quest’ultimo non possa essere condannato né al pagamento delle spese processuali, né al versamento di una somma in favore della Cassa per le ammende, in quanto il sopraggiunto venir meno del suo interesse alla decisione non configura un’ipotesi di soccombenza.

In accogliento della richiesta formalizzata dall’avvocato Iacobacci per una propria assistita, la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l’inammissibilità del ricorso per cassazione per sopravvenuta carenza di interesse derivante da causa non imputabile al ricorrente comporta che quest’ultimo non possa essere condannato né al pagamento delle spese processuali, né al versamento di una somma in favore della Cassa per le ammende, in quanto il sopraggiunto venir meno del suo interesse alla decisione non configura un’ipotesi di soccombenza.

Secondo la Cassazione Penale Sent. Sez. 1 Num. 15908 Anno 2024:

1. Il ricorso è inammissibile per rinuncia, avendo la ricorrente validamente
formalizzato la rinuncia con atto sottoscritto dal difensore, procuratore speciale (Sez. U, n. 12603 del 24/11/2015 – dep. 25/03/2016, Celso, Rv. 266244).

2. Alla declaratoria di inammissibilità del ricorso per cassazione per sopravvenuta carenza di interesse non consegue né la condanna al pagamento delle spese processuali né della sanzione pecuniaria in favore della cassa delle ammende.

3. Questo Collegio, pur consapevole di un contrario orientamento (espresso da Sez. 5, n. 39521 del 4/7/2018, Haeres Equita Sri, Rv. 273882; Sez. 5, n. 23636 del 21/3/2018, Horvat, Rv. 273325), ritiene di dover aderire al difforme e maggioritario indirizzo interpretativo, secondo il quale l’inammissibilità del ricorso per cassazione per sopravvenuta carenza di interesse derivante da causa non imputabile al ricorrente comporta che quest’ultimo non possa essere condannato né al pagamento delle spese processuali, né al versamento di una somma in favore della Cassa per le ammende, in quanto il sopraggiunto venir meno del suo interesse alla decisione non configura un’ipotesi di soccombenza (Sez. 3, n.
29593 del 26/5/2021, Lombardi, Rv. 281785; Sez. 1, n. 11302 del 19/09/2017,
dep. 2018, Rezmives, Rv. 272308; Sez. 6, n. 19209 del 31/1/2013,
Scaricaciottoli, Rv. 256225; Sez. 6, n. 22747 del 6/3/2003, Caterino, Rv.
226009; Sez. 1, n. 1695 del 19/3/1998, Papajani, Rv. 210561).
Tale conclusione risulta riconducibile a quanto affermato dalle Sezioni Unite di questa Corte (Sez. U., n. 6624 del 27/10/2011, dep. 2012, Marinaj, Rv. 251694), secondo le quali la nozione della “carenza d’interesse sopraggiunta” va individuata nella valutazione negativa della persistenza, al momento della decisione, di un interesse all’impugnazione, la cui attualità è venuta meno a causa della mutata situazione dì fatto o di diritto intervenuta medio tempore, assorbendo la finalità perseguita dall’impugnante, o perché la stessa abbia già trovato concreta attuazione, ovvero in quanto abbia perso ogni rilevanza per il superamento del punto controverso. Per tale ragione, si è affermato che «alla declaratoria d’inammissibilità non segue la condanna del ricorrente al pagamento
delle spese processuali e della sanzione pecuniaria, considerato che il venir meno dell’interesse alla decisione del ricorso è sopraggiunto alla sua proposizione, è ricollegabile unicamente a fattori connessi all’evoluzione dinamica della procedura di estradizione e non configura, per così dire, un’ipotesi di soccombenza del ricorrente (Sez. U, n. 20 del 09/10/1996, Vitale)».

4. A tale affermazione consegue che in simili ipotesi, tra le quali rientra quella in esame, l’inammissibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di interesse non comporta alcuna conseguenza sfavorevole al ricorrente ex art. 616 cod. proc. pen.

PQM
Dichiara inammissibile il ricorso per sopravvenuta carenza di interesse.

 

Così Cassazione Penale Sent. Sez. 1 Num. 15908 Anno 2024

FAQ sulla Pena nel Diritto Penale Italiano vigente

Le più frequenti domande che ci vengono rivolte sulla Pena nel Diritto Penale Italiano vigente e le risposte!

Quali sono le pene più frequenti?

In seguito ad una condanna penale è possibile “patire” diversi tipi di “pene”, di seguito alcuni esempi:

  • La reclusione, che consiste nell’isolamento della persona in un luogo chiuso per un periodo di tempo determinato.
  • La multa, che consiste nel pagamento di una somma di denaro.
  • La pena pecuniaria pemanente, che consiste nel pagamento di una somma di denaro che non può essere estinta.
  • La pena accessoria, che consiste in una limitazione dei diritti della persona, come ad esempio l’interdizione dai pubblici uffici o la confisca dei beni.

Come si determina la pena in caso di reato?

La pena in caso di reato viene determinata dal giudice in base a una serie di criteri, quali:

  • La gravità del reato, che è valutata in base alla natura, all’entità e alle modalità del fatto.
  • La personalità del reo, che è valutata in base all’età, alla condizione sociale, alla condotta precedente e alle circostanze del fatto.
  • Le esigenze di prevenzione generale e di prevenzione speciale, che sono le esigenze di dissuadere gli altri dal commettere reati e di rieducare il reo.

Quali sono le pene alternative alla detenzione?

Ci sono una serie di pene alternative alla detenzione, come ad esempio:

  • La sospensione condizionale della pena, che consiste nell’applicazione di una pena sospesa, a condizione che il reo non commetta altri reati entro un periodo di tempo determinato.
  • La messa alla prova, che consiste nell’affidamento del reo a un servizio sociale, in modo che possa riparare il danno causato dal reato.
  • Il lavoro di pubblica utilità, che consiste nello svolgimento di attività utili alla collettività, in modo che il reo possa espiare la pena senza dover essere detenuto.
  • La detenzione domiciliare, che consiste nell’esecuzione della pena nella propria abitazione, in modo che il reo possa continuare a svolgere le proprie attività lavorative e familiari.

Come si calcola la pena detentiva?

La pena detentiva viene calcolata in base alla durata della pena base, che è prevista dal Codice penale per il reato commesso. La pena base può essere aumentata o diminuita in base alle circostanze aggravanti o attenuanti.

La pena detentiva deve essere determinata in modo da non superare il limite massimo previsto per il reato commesso. Il limite massimo della pena detentiva è di 30 anni.

Ecco alcuni esempi di calcolo della pena detentiva:

  • Per un reato punito con la reclusione da 2 a 5 anni, con una circostanza aggravante, la pena detentiva può essere aumentata fino a 7 anni.
  • Per un reato punito con la reclusione da 6 mesi a 3 anni, con una circostanza attenuante, la pena detentiva può essere diminuita fino a 2 anni.
È importante ricordare che il calcolo della pena detentiva è un’operazione complessa, se hai dubbi in materia, contattaci!

Avv. Danilo Iacobacci | Penalista Cassazionista | Tra i maggiori esperti di ricorsi per cassazione in materia penale

Danilo Iacobacci, penalista cassazionista, è tra i maggiori esperti di ricorsi per cassazione in materia penale: avvocato Danilo Iacobacci

Lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci è uno studio legale che opera nel campo del diritto penale da circa 20 anni. Lo studio è specializzato nella difesa di persone accusate di reati di ogni genere, dai reati minori ai reati più gravi.

Lo Studio Legale è guidato dall’Avv. Danilo Iacobacci, un penalista cassazionista con una lunga esperienza nel settore. L’Avv. Iacobacci è iscritto all’Albo Speciale dei Cassazionisti e vanta una lunga carriera come avvocato penalista.

Nel corso della sua carriera, l’Avv. Iacobacci ha ottenuto numerosi successi nel campo del diritto penale. Ha infatti ottenuto l’annullamento di numerose condanne in Cassazione, ottenendo così la scarcerazione dei suoi clienti.

L’Avv. Iacobacci è un avvocato penalista altamente qualificato e competente. È un avvocato che conosce a fondo il diritto penale e che è in grado di difendere i suoi clienti con successo.

Se sei stato accusato di un reato, l’Avv. Iacobacci può aiutarti a difenderti e a ottenere il miglior risultato possibile. L’Avv. Iacobacci è un avvocato penalista che ti fornirà una difesa efficace e che ti aiuterà a ottenere la tua libertà.

I ricorsi per cassazione

Il ricorso per cassazione è un rimedio giuridico che può essere utilizzato per impugnare una sentenza di condanna emessa da un tribunale od una corte di merito. Il ricorso per cassazione può essere presentato solo se la sentenza di condanna è stata emessa in violazione di legge o in difetto di motivazione.

Particolare esperienza è sorta anche con riferimento ai ricorsi per Cassazione in materia cautelare e di ordinanze cautelari di ogni tipo, soprattutto di custodie cautelari in carcere o agli arresti domiciliari.

L’Avv. Iacobacci è un esperto di ricorsi per cassazione. Ha infatti ottenuto l’annullamento di numerose condanne in Cassazione, ottenendo così la scarcerazione dei suoi clienti.

Se sei stato condannato per un reato e pensi che la sentenza di condanna sia stata emessa in violazione di legge o con una motivazione non convincente, l’Avv. Iacobacci può aiutarti a presentare un ricorso per cassazione.

L’Avv. Iacobacci è un avvocato penalista che ti fornirà una difesa efficace e che ti aiuterà a ottenere la tua libertà.

Diversi sono i reati in cui lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci è specializzato.

Lo Studio Legale è specializzato nella difesa di persone accusate di reati di ogni genere, tra cui:

  • Reati contro la persona
  • Reati contro il patrimonio
  • Reati contro la pubblica amministrazione
  • Reati contro la famiglia
  • Reati contro la sicurezza pubblica
  • Reati contro la fede pubblica
  • Reati contro l’ordine pubblico
  • Reati in materia di stupefacenti
  • Reati in materia di associazione a delinquere anche di stampo mafioso

Se sei stato accusato di un reato, se vuoi proporre un ricorso per cassazione in materia penale o necessiti di un semplice parere od una consulenza

contatta lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci per una consulenza gratuita

Avvocato Penalista a Avellino

Avvocato Penalista a Avellino

Se sei stato accusato di un reato, è importante affidarti a un avvocato penalista esperto che ti possa difendere in tribunale.

Lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci è uno studio legale a Avellino che si occupa di diritto penale da oltre 20 anni. I nostri avvocati hanno una vasta esperienza in tutti i campi del diritto penale, e sono in grado di difendere i loro clienti in ogni fase del processo penale, dall’arresto al processo di primo grado, fino al ricorso in appello e in Cassazione.

Lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci offre un servizio completo e personalizzato ai propri clienti, e si impegna a garantire il massimo risultato possibile in ogni caso. I nostri avvocati sono sempre disponibili a rispondere alle domande dei loro clienti e a fornire loro informazioni utili sul processo penale.

Se sei stato accusato di un reato o vuoi una consulenza in materia penale, contatta lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci per una consulenza gratuita.

I nostri avvocati saranno in grado di valutare la tua situazione e di consigliarti la migliore strategia difensiva.

Servizi offerti

Lo Studio Legale offre una vasta gamma di servizi in materia penale, tra cui:

  • Assistenza legale in caso di arresto o fermo
  • Difesa in tribunale
  • Appello e ricorso in Cassazione
  • Tutela dei diritti dei minori
  • Tutela delle vittime del reato
  • Difesa in caso di errori giudiziari

Contattaci

Per richiedere una consulenza gratuita, contatta lo Studio Legale al numero 0825456386 o compila il form di contatto sul nostro sito web.

I nostri avvocati saranno in grado di valutare la tua situazione e di consigliarti la migliore strategia difensiva.

Per un contatto diretto con il penalista di riferimento o per vedere le materie penali trattate clicca quì e quì

Avvocato esperto in risarcimento del danno da morte stradale – Avellino

Studio Legale esperto in risarcimento del danno da morte ad Avellino

Se avete perso un familiare a causa di un incidente stradale causato da un altro conducente, potete chiedere il risarcimento del danno da morte. Si tratta di una forma di tutela prevista dal nostro ordinamento giuridico per compensare il pregiudizio subito dai parenti della vittima.

Il risarcimento del danno da morte comprende sia il danno patrimoniale, cioè la perdita di reddito o di sostegno economico derivante dalla morte del familiare, sia il danno non patrimoniale, cioè il dolore morale e la sofferenza psicologica causati dalla perdita.

Per ottenere il risarcimento del danno da morte, è necessario dimostrare la responsabilità del conducente che ha causato l’incidente e l’entità del danno subito. A tal fine, è consigliabile rivolgersi ad uno studio legale formidabile nel fare ottenere il risarcimento danni ai familiari di vittime morte a seguito di un incidente stradale.

Un avvocato esperto e competente potrà assistervi in tutte le fasi della procedura, dalla richiesta alla compagnia assicurativa del responsabile fino all’eventuale azione giudiziaria. Inoltre, potrà valutare il caso concreto e calcolare l’importo del risarcimento spettante in base ai criteri stabiliti dalla giurisprudenza.

Uno studio legale formidabile nel fare ottenere il risarcimento danni ai familiari di vittime morte a seguito di un incidente stradale è lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci, che vanta una pluriennale esperienza nel settore e una continua attenzione alle novità normative e giurisprudenziali.

Lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci offre una consulenza personalizzata e una assistenza qualificata ai propri clienti, garantendo la massima professionalità e trasparenza.

Se avete bisogno di un avvocato per il risarcimento del danno da morte, contattate lo Studio Legale De Stefano & Iacobacci e sarete seguiti con competenza e dedizione.

La cassazione accoglie il ricorso dell’avv. Iacobacci sull’affidamento in prova anche senza risarcimento danni e con reato ostativo

La Cassazione accoglie il ricorso dell’avv. Iacobacci sull’affidamento in prova anche senza risarcimento danni e con reato ostativo con sentenza Cassazione Penale Sent. Sez. 1 Num. 44207 Anno 2021.

 

Penalista esperto in delitti di associazione a delinquere ordinaria e di tipo mafioso ad Avellino

Penalista esperto in delitti di associazione a delinquere ordinaria e di tipo mafioso ad Avellino

L’avvocato Danilo Iacobacci è un penalista esperto nella materia in ragione dell’elevato numero di procedimenti trattati con successo.

Segue i propri assistiti – siano essi indagati, imputati, persone offese, danneggiati o parti civiliin ogni fase del processo penale, dalle indagini preliminari, al dibattimento di primo grado e sino all’appello ed al ricorso per Cassazione.

Nei casi previsti dalla legge difende anche con gratuito patrocinio.

Per un preventivo o un appuntamento clicca qui

Per chiarimenti od informazioni scrivigli 

Riceve nel suo studio ad Avellino alla via SS Trinità n. 36.

Penalista esperto in delitti contro la pubblica amministrazione ad Avellino

Penalista esperto in delitti contro la pubblica amministrazione ad Avellino

L’avvocato Danilo Iacobacci è un penalista esperto nella materia in ragione dell’elevato numero di procedimenti trattati con successo.

Segue i propri assistiti – siano essi indagati, imputati, persone offese, danneggiati o parti civiliin ogni fase del processo penale, dalle indagini preliminari, al dibattimento di primo grado e sino all’appello ed al ricorso per Cassazione.

Nei casi previsti dalla legge difende anche con gratuito patrocinio.

Per un preventivo o un appuntamento clicca qui

Per chiarimenti od informazioni scrivigli 

Riceve nel suo studio ad Avellino alla via SS Trinità n. 36.

 

Penalista esperto in delitti di furto ad Avellino

Penalista esperto in delitti di furto ad Avellino

L’avvocato Danilo Iacobacci è un penalista esperto nella materia in ragione dell’elevato numero di procedimenti trattati con successo.

Segue i propri assistiti – siano essi indagati, imputati, persone offese, danneggiati o parti civiliin ogni fase del processo penale, dalle indagini preliminari, al dibattimento di primo grado e sino all’appello ed al ricorso per Cassazione.

Nei casi previsti dalla legge difende anche con gratuito patrocinio.

Per un preventivo o un appuntamento clicca qui

Per chiarimenti od informazioni scrivigli 

Riceve nel suo studio ad Avellino alla via SS Trinità n. 36.

Chiama lo Studio!